Arabia Saudita antichità

L’Arabia Saudita è ricco di suoi siti storici e archeologici che riflettono la lunga storia della regione e raccontano storie incredibili che si sono verificati nel corso di diversi periodi storici. Ha un patrimonio architettonico antico, risalente nel tempo l’antica età della pietra ai primi e tardi epoche islamiche. Inoltre, è abbondante con belle regioni che sono culturalmente prospere e trovato architettonicamente vibrante, come evidenziato nei suoi palazzi, antichi fortini e installazioni militari, monumenti religiosi, siti archeologici e il più cool pitture rupestri e disegni creati dai suoi primi abitanti, sparsi in tutto il Regno.
Qariya Al-Faw
L’antico sito conosciuto come “Al-Faw”, si trova a circa 700 km a sud ovest di Riyad e circa 150 km a sud-est di Al-Khamasin in Wadi annuncio-Dawasir. A nordest di Al-Faw è il deserto Arabico, conosciuto come il quarto vuoto. (Rub Al-Khali) Questo sito si trova presso il punto di incrocio di Wadi annuncio-Dawasir e la catena montuosa di Tuwaiq in una depressione al lato della montagna. Si trova anche l’antica rotta commerciale Najran-Gerrha. Al-Faw è uno dei più importanti siti archeologici della penisola arabica ed è di importanza internazionale. È un eccellente esempio di insediamento urbano di epoca pre-islamica dove abitazioni, strade, mercati, templi, tombe e tombe, sistema di irrigazione e canal e sistemi agricoli sono tutti molto ben conservati.
Meda’in Saleh
Meda’in Saleh è forse il più importante sito nabateo accanto a Petra. Si trova in Arabia Saudita, a circa 320 chilometri a sud di Petra. Un visto turistico per Arabia è richiesto se si desidera visitare questo fantastico sito. Questi sono di solito dato solo ai tour organizzati. Questa città nabatea ha 131 tombe sparse oltre 13,4 chilometri. La città stessa ha un siq, mura, torri, condotti di acqua e cisterne.
Le magnifiche tombe di Medain Saleh sono scolpite nelle montagne di arenaria situate a 22 km a nord-est Al-‘Ula. Anticamente il sito era su una rotta commerciale tra Arabia del sud e Petra. La tribù Thamûd può provenire da questa zona, ma sono stati sostituiti dal Nabataeanswho fatto Medain Saleh loro capitale di souther per controllo di Arabia. Il nome Saleh Meda’in, fu dato a questo sito da un viaggiatore andaluso nel 1336 d.c..
Come Leuce
Questa città era il porto Nabateo sulla costa dell’Arabia. Merci sono stati portati qui dall’Arabia meridionale, e poi roulotte li trasferisce Nord in Aila e Petra. Questa porta è stata sviluppata perché condizioni di navigazione erano pericolose e venti e correnti erano in contrasto con le navi che voleva spostare la raccolta di frankinsense dall’Arabia in Europa.
AR-Rabadha
Questo sito è una città islamica precoce situate lungo il percorso di pellegrinaggio che corre tra Al-Kufa, in Iraq e la Mecca. Si trova a circa 200 km a est di Medina. Vent’anni di scavo sul sito hanno rivelato una città molto ben sviluppata composto da grandi case con enormi mura fortificate, torri di avvistamento e i resti delle moschee, Fornaci, fabbriche di lavorazione di pietra, gioielli e due grandi bacini di forme diverse.
Nedelcu
Dedan antica, (moderna Al-Ula) è ottima tra Al Madinah e Tabuk in Arabia Saudita centrale. È uno dei più grandi e più importanti centri della civiltà in Arabia. Situato sulla principale rotta commerciale, ha giocato un ruolo importante come un legame tra la civiltà e le civiltà del sud arabo nel nord. È rimasto un centro importante fin dai tempi antichi fino ai secolo A.C.. Sua importanza è diminuita quando i Nabatei adottato Meda’in Saleh come loro seconda capitale. Vicino a questo Dedan ci sono magnifiche tombe scavate nelle montagne che sono decorate con bellissimi motivi geometrici. Questo sito contiene anche molte importanti iscrizioni nello script Dedanit, Minaen, Lihyanite, Thamudic e nabateo. Questo sito ha anche antichi pozzi
Thaj
Le rovine di Thaj possono essere visto circa 80 km a ovest di Al-Jubail. Si tratta di un piccolo villaggio situato al lato di un lakebed asciutto generalmente noto come “Sabkah”. Gli scavi archeologici intrapresi dalla missione danese nel 1967 e quelle svolte dal Vice Ministero delle antichità nel 1985 ha rivelato Thaj come una città sepolta completa, circondata da un muro forte. Gran parte della parete è danneggiato, ma una sezione di circa 900 metri è in buone condizioni. Diversi tumuli, mura, fondamenta di abitazioni, cocci di ceramica, vetro, collane e orecchini, oggetti decorativi, vasi di terracotta e figurine sono state recuperate dal sito. È possibile che Thaj è stata fondata durante il periodo greco Sullucid, possibilmente intorno inizi III secolo A.C..
Tayma
Tayma antico è il luogo più significativo nella regione nordoccidentale dell’Arabia Saudita. La città antica è situata a circa 264 km a sud-est di Tabukat una vecchia oasi che contiene una varietà di siti archeologici risalenti dalla preistoria al periodo islamico. Ci sono anche alcune antiche iscrizioni datate al VI secolo A.C. e altre antichità del periodo islamico in anticipo.
Al-‘Uqair
Il porto principale Al-Ahsa sull’orientale costa dell’Arabia Saudita, Al-‘Uqair è un grande sito archeologico contenente vecchi edifici governativi e una moschea costruita durante i primi giorni del re Abdulaziz. Al-Uqair, come i mercati di Al-Mushaqqr e Hajar, fu uno dei principali mercati della regione in epoca pre-islamica. Il porto Al-Uqair assistito e servito varie spedizioni di esercito islamico in Cina, India e Persia
Tarut
Tarut è un’isola di quattro chilometri quadrati sul Golfo arabo vicino Al-Qatif, si unisce ad Al-Qatif un ponte naturale di terra 4 km, che varia in larghezza da 10 a 20 metri. La città storica di Tarut è situato nel cuore dell’isola. Diversi siti archeologici sono state registrate intorno all’isola, alcuni dei quali data indietro al 5000-4000 A.C., mentre altri hanno essere attribuito alla Ilamite, sasanide, persiano, così come le civilizzazioni di Mohenjodaro sul Sind di fiumi e um An-Nar.
Adumatu
Nei record assiro 845 a.c., Adumatu (moderno Dumat Al-Jandal) è menzionata come la capitale dei regni arabi. Secondo il testo, Sennacherib catturato Adumatu nel 688 A.C. e arrestato la regina. Khalid Bin Al-Waleed catturato Dumat Al-Jandal in Hijri 12 prima di guidare gli eserciti musulmani per conquistare l’Iraq e la Siria. Le pareti orginial della città antica di Adumatu dimostrano che era più grande di città moderna di Dumat Al-Jandal.
Al Uyaynah
La città antica oasi Al Uyaynah (moderna Al-Bid) si trova circa 225 km a nord ovest di Tabuk. Originariamente è stato menzionato da Tolomeo) le tombe scavate nella montagna vengono attribuite ai Nabatei. I prime città islamica Al-Malqatah si trova anche nella stessa zona.
Al-Ukhdoud
Piccolo è conosciuto circa questo sito dall’antichità. Tuttavia, il Ministero Saudita dell’antichità e dei musei ha scavi questo sito dal 1981. I risultati hanno rivelato una fortificazione con parete esterna costruita di pietre finemente modellate contenente orologio fori ior freccia slot. È stata trovata anche una serie di edifici all’interno della fortificazione. Iscrizioni e figure di animali sono raffigurati sulle rocce. All’esterno dell’area fortificata diverse tombe, fondazioni di case e diversi tipi di artefatti sono anche stati scoperti, risalente al bizantino, Umayyad, abbaside e periodi successivi. Gli scavi hanno rivelato anche che oltre ad essere un centro commerciale che era anche una zona agricola con dighe e un sistema di irrigazione del canale ben sviluppato. La presenza di un gran numero di iscrizioni sul sito, suggeriscono che era una stazione importante lungo le rotte di caravan.
La diga di Khabar
La nostra prima tappa importante sulla nostra strada nord da Jedda era Khaybar Dam. Ci sono in realtà molti di loro, e questo si chiama Sadd Qasr al-Bint. È uno dei più antichi grandi dighe nel Regno. Nessuno lo sa, ma ci sono storie che era stato costruito dalla Regina di Sheeba. Ci sono prove sul fatto che sia pre-islamica.
È una grande costruzione in pietra su una secca fuori alveo. Anche se esso era stato violato per circa un terzo della sua lunghezza, è tuttavia un impressionante alto 20 metri e lungo circa 135 metri.
Il volto a Monte è intonacato con Malta di giallo, la faccia downstream con pietra viva. Ci siamo accampati alla base, tra il tranquillo acacie e palme di dhoum, dove non c’era molta possibilità di essere trascurati. È un peccato non c’era acqua nel wadi.
Villaggio di Khaybar fu un insediamento ebraico nel tempo del profeta. C’era un disaccordo politico a un certo punto tra gli abitanti del villaggio e la maggioranza musulmana intorno a loro, e gli abitanti del villaggio ha messo nei guai. Si può ancora vedere la vecchia fortezza dove hanno attaccati fuori per otto mesi vivendo di date e di latte.
Ci sono molte case di fango e un’oasi di palme data e molti affascinanti vicoli storti, dove ci siamo completamente bloccati con nostra 4WD, e fino ad oggi non so come siamo arrivati in senso inverso. Naturalmente, questo posto è una lunga strada fuori dalla portata di qualsiasi stazioni di segnale di telefonia mobile, così non abbiamo potuto chiamare per un aiuto.
In ogni caso: il posto ora è completamente deserta, e a me sembrava come sogno di un archeologo perfetto. Ci sono molte storie per nutrire l’immaginazione, racconti di peste, streghe e tesoro a Khaybar, motivo per cui tutti i tetti sono stati rimossi..–la gente credeva che i villaggi ha nascosto il loro tesoro sotto i loro tetti.

مكتبة الصور

مكتبة الفيديو

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Flag Counter